Servizio
Location
Livello di benessere
Pulizia
Durata
Coinvolgimento
Qualità / Prezzo

Vorresti iniziare a fare yoga ma non sai niente sulla pratica? Oppure sei un principiante e vorresti affacciarti a questo mondo con il piede giusto? Stai pensando di frequentare una classe di yoga ma non sai da dove iniziare?
PERMETTETEMI DI PRESENTARMI
Joseph Manca ( Yogi Zamani).
Libero Pensatore, ricercatore,
Ideatore del Metodo Globale
ZAMANI, narratore e performer.
Da oltre ventanni organizza eventi
culturali di tecniche spirituali Yoga
Maestro delle discipline orientali.
Appassionato delle tecniche
olistiche, dellautonomia individuale
e del miglioramento personale del
corpo e della mente.
Maestro di Meditazione secondo
la Tradizione Antica (Nyijngma)
del Buddhismo Tibetano. Ha appreso nelle principali
Città dell Estremo Oriente
le tecniche più antiche derivhanti
dalla disciplina madre YOGA.
Meditazione Guidata
Se avete bisogno...! Chiamatelo
sarà li con voi...!
Email: vecchiozamani@gmail.com
Cell. 3282228911
SONO IO YOGI ZAMANI Joseph Manca!?!
Vi racconto
un po della mia vita.
Sono nato a Cellino San Marco: 1949.
Sono nato con Saturno congiunto allAscendente: non ero un grande esperto di astrologia, ma il primo amico e mio insegnate astrologo che ha analizzato la mia carta natale, ha sentenziato: Tu sei nato e cresciuto infelice.
Credo che sia una descrizione molto accurata.
Nella prima parte della mia vita, tutto è stato sempre difficile, in salita, problematico e sofferente.
Ogni piccola realizzazione ho dovuto guadagnarmela remando controcorrente, a prezzo di grandi sforzi e sacrifici, combattendo contro infiniti ostacoli.
Per qualche strano motivo, niente è mai stato facile o naturale per me.
Soprattutto, ero pervaso da una tristezza primordiale, immotivata, ed ero pieno di inquietudine e ansia verso il futuro.
È anche per questo che, fin da bambino, sono ossessionato dalla felicità umana, e sono sempre stato un appassionato osservatore della mente, sia mia che altrui.
In alcuni momenti restavo letteralmente incantato ad osservare i comportamenti degli altri e avevo la sensazione di poter leggere facilmente i loro pensieri e le loro vere emozioni.
Come che sia, in età scolastica ero diventato un irriducibile ribelle.
Dei primi anni di scuola elementare ricordo soprattutto la frustrazione: per quanto mi sforzassi, non riuscivo a non prendere note in condotta.
Le prendevo quasi tutti i giorni e, ogni volta che tornavo a casa, ero angosciato dalle punizioni che mi attendevano.
A 8 anni sono entrato nei Boy-Scouts.
Qui mi sono innamorato della Natura e ho sviluppato una grande passione per le lunghe camminate (hiking).
Ho anche imparato valori importanti come la condotta etica e il servizio verso gli altri, e sono diventato un po meno indisciplinato.
A 15 anni mi sono innamorato e fidanzato con una splendida ragazzina: piena di vita, gioiosa, con un grande cuore amorevole e un po anticonformista, come piace a me.
Siamo ancora innamorati e fidanzati: si chiama Mimma ed è la mia compagna di tutta la vita, moglie e madre dei nostri due figli.
A 20 anni, sono entrato nella Polizia di Stato ho passato 5 anni a Roma nel Reparto Celere. Ho preso tanti di quei lacrimogeni che ancora oggi mi commuovo al ricordo.
Oltre che partecipare alle manifestazioni di piazza in giro per lItalia, ero anche iscritto a Scienze Politiche. Ho fatto 10 buoni esami, ma era una roba troppo noiosa per me, che amo il cambiamento e le novità.
A 27 anni ho fatto un incidente con la motocicletta. Mentre rotolavo sullasfalto per qualche decina di metri, ho visto distintamente me stesso dal di fuori. Ho anche visto la mia vita dal di fuori, e lho ripresa in considerazione.
Tornato a casa dallospedale, ho iniziato sempre più a interessarmi di spiritualità e crescita personale, per ragioni ignote anche a me stesso ho lasciato la Polizia e sono partito per lIndia dove sono rimasto per 7 lunghi anni. Questa inquietudine interiore insieme al bisogno di spiritualità si sono, ad un certo punto della mia esistenza, coniugati con la passione per l'arte culinaria.
Si risvegliavano, dunque, i sapori ed i profumi che avevano popolato gli anni in cui avevo frequentato l'istituto alberghiero..
Tuttavia, a quei tempi, ciò che apprendevo a scuola mi stava troppo stretto ed allora terminata la scuola mi ero promesso di girare il mondo a conoscere nuove tecniche culinarie e a scovare nuovi trucchi di quella che consideravo essere una vocazione.
Mi ha sempre contraddistinto linventiva , la pazienza, le alte capacità culinarie e lo spirito di sacrificio, il tutto imbevuto in un che di spirituale..Sono diventato vegetariano, e lo sono rimasto ancora oggi. Ed ecco che apprendevo discipline nobilissime di cui ne ho fatto uso per il mio metodo Zamani e deliziavo il palato dei miei commensali per ben predisporli alla spiritualità .
Tornato in Italia ho aperto un centro/benessere.
A 33 anni Mi sono sposato (non più giovanissimo) e sono andato a vivere con Mimma (lei giovanissima).
A 36 anni, nonostante le mie fissazioni per la salute e lalimentazione naturale, mi sono ammalato.
Febbre, diarrea, debolezza, vertigini, svenimenti e incapacità di alzarmi dal letto.
È durata cinque lunghi mesi, ma è sembrata uneternità: pensavo che non sarei sopravvissuto.
Nessun medico era in grado di capire cosa avessi.
Oggi so che la mia era una malattia spirituale: avevo completamente smarrito la mia strada.
O forse, in questa vita, non lavevo ancora trovata.
Ed è stato proprio così, con un barlume di intuizione (che la mia era una malattia spirituale, e che la felicità non sarebbe mai arrivata dalle circostanze esterne), che ho iniziato a cercare la mia strada nel mondo Olistico YOGA.
Guidato da quellintuizione Era la metà degli Anni 90, ed era ancora in voga il lavoro sul corpo e sulle tensioni muscolari profonde: si imparava a massaggiare e ad esprimere le emozioni represse; a piangere, lasciar andare e integrare le circostanze irrisolte del proprio passato.
Era un lavoro che sembrava fatto su misura per me e, nei successivi quattro anni ho continuato a dedicarmi completamente, anima e corpo nelle discipline Yoga.
Ho conosciuto diversi grandi maestri (Indiani e, soprattutto, africani e cinesi) di questa arte dello sviluppo emozionale, ho viaggiato in lungo e in largo, sia in India, Africa e Cina , e ho studiato con loro.
Mi hanno accolto e mi hanno insegnato la loro arte; io ho imparato e, dopo un po ho realizzato che ero adatto per quella professione.
A 40 anni, con Mimma, siamo andati a vivere in una masseria nella campagna pugliese.
Era una specie di comune, dove è nata la nostra primogenita Candita.
A quel tempo ero innamorato del maestro indiano Osho, che si chiamava ancora Bhagwan Shree Rajneesh.
A 43 anni sono andato per tre mesi in Africa nel Cotonu Benin, ho vissuta con un Masai ho studiato con lui un metodo di crescita personale (basato sul massaggio profondo del tessuto connettivo, la Bioenergetica Emozionale)
Al mio ritorno è nato il nostro secondo figlio Mino.
Ho provato a riprendere a studiare Sociologia allUniversità, ma era mortalmente noioso, e non aveva nulla a che fare con la trasformazione personale, che è quello che mi interessava.
Inoltre non ero molto motivato, perché già lavoravo e mantenevo la famiglia facendo il titolare del centro benessere e insegnavo il Metodo Globale ZAMANI
Praticante olistiche a tempo pieno
A 45 anni ho letto un libro di Buddhismo tibetano e ho scoperto che tutte le cause dei problemi e della sofferenza umana erano già state ampiamente descritte più di 2.500 anni fa.
Era anche spiegata la Via per liberarsi dallinsoddisfazione e raggiungere una stabile condizione di felicità e chiarezza, chiamata illuminazione.
Era un richiamo troppo forte per potervi resistere, per un idealista della mia specie.
Quando ho incontrato per la prima volta, faccia a faccia, un autentico maestro spirituale Indiano MAECHE (nel mio caso, un lama tibetano), ho compreso tutta la differenza che passa fra lo sviluppo personale e l realizzazione spirituale.
I maestri terapeuti che avevo conosciuto, frequentato e stimato erano persone ordinarie, che avevano imparato a fare bene il loro lavoro.
Ma il maestro spirituale è una cosa completamente diversa; è la personificazione e lesempio vivente delle migliori Qualità umane: Amore, Felicità, Libertà interiore, Virtù, Compassione e Saggezza.
È stata proprio la presenza (così semplice e così travolgente) del mio Maestro, a convincermi che è alla Via spirituale del benessere avrei dedicato il resto della mia vita.
Da quel momento in poi, si può dire che per quasi ventanni ho fatto lo Yogi ZAMANI a tempo pieno.
Per ricevere istruzioni spirituali delle varie discipline ho studiato e praticato gli insegnamenti delle scuole uddhiste tibetane con cui ho praticato si chiamano Geluk, Kagyu e Nyingma (in questo ordine)
Ho sacrificato tantissimo per questa strada (lavoro, carriera, economia familiare, tempo libero, interessi mondani.
Mentre i miei coetanei si costruivano un futuro, una carriera, una base economica ecc., io facevo lunghe ore di pratica ogni giorno, svolgevo ritiri di meditazione in completa solitudine, anche molto lunghi, e completavo innumerevoli cicli di pratiche.
Mi appassiona la meditazione, sia quella con forma della tradizione buddhista tibetana, sia quella senza forma della tradizione taoista cinese (alchimia interna).
Mi appassiona portare la pratica spirituale in ogni momento della vita quotidiana e, naturalmente, mi appassiona far crescere le mie attività online, che per me sono una forma di servizio verso gli altri, un veicolo attraverso cui posso portare valore nelle loro vite.
Mi appassionano le camminate lunghe a contatto con la Natura e lescursionismo (Hiking).
Mi appassiona unarte marziale interna chiamata Pa-Kua, che pratico religiosamente tutti i giorni.
Mi piace la musica del genere più vario, dai Grateful Dead alla Pizzica Salentina, dalla musica Dance a quella andina, dal Reggae al Rock ecc.
Vivo nella soleggiata Puglia con Mimma.
I nostri figli sono tutti e due maggiorenni.
La libertà è uno dei risultati di cui sono più orgoglioso nella mia vita.
Vivo a Cellino San Marco, ma potrei vivere ovunque: metto in valigia il laptop computer e la vita continua come se nulla fosse.
Non devo seguire convenzioni sociali, non devo indossare giacca e cravatta, non devo rendere conto a nessuno, se non alla mia stessa coscienza.
Ho capito che è importante fare quello che si ama per riuscire al meglio nella vita ... così ho deciso delle mie esperienze e conoscenze apprese da tutti i miei maestri di fare dei corsi di TERAPIE FISICHE, EMOZIONALI ED ENERGETICHE YOGA E METTERLE A DISPOSIZIONE DI TUTTI.
Se avete bisogno...Chiamatemi io sarò li con voi.
Se avete bisogno...Chiamatemi io sarò li con voi.
Joseph Manca (Yogi ZAMNI)

Location: Brindisi, Puglia, Italia

Apri Mappa

Siti Partner